Come Usare Una Motosega Una Guida Informativa Per I Proprietari Di Case

Imparare a usare correttamente una motosega è un investimento intelligente del proprio tempo perché non solo le motoseghe sono tra gli utensili elettrici o proprietari di case più comuni, ma sono anche gli strumenti più pericolosi. Copriamo ogni aspetto del lavoro di una motosega per darti la conoscenza per tagliare in modo sicuro ed economico.

Benvenuti nel nostro articolo informativo sul modo migliore per utilizzare correttamente una motosega, inclusa la manutenzione, la batteria rispetto all’elettrico, come avviare una motosega (e cosa fare se la motosega si avvia) e molto altro ancora. Ci auguriamo che trovi utile questa guida.

Intro | Come usare una motosega

Se sei un principiante assoluto quando si tratta di motoseghe o hai intenzione di acquistarne una nel prossimo futuro, questa guida è giusta per te. Ci sono un sacco di recensioni di motoseghe disponibili su Internet, ma questo non sarà proprio come uno di questi. Invece, porteremo un approccio al suolo per stabilire i fondamenti della chirurgia della motosega. La lettura di questa guida ti fornirà una panoramica su cosa sia esattamente una motosega, come funziona e, soprattutto, come utilizzarla. Ma non è tutto, discuteremo anche della manutenzione e della sicurezza della motosega, poiché questi due aspetti del funzionamento di una motosega vanno insieme.

Esattamente come un coltello smussato può spesso essere molto più pericoloso di uno affilato, l’uso di una motosega mal tenuta può causare la perdita di un arto o la vita anche quando si obbediscono a tutte le regole di sicurezza. Al contrario, ci sono molti casi di incidenti con la motosega in cui le persone si sono ferite durante l’uso di una motosega perfettamente mantenuta, poiché non indossavano indumenti di sicurezza appropriati / ignoravano i processi di sicurezza. Fai sempre le tue ricerche, indossa l’attrezzatura di sicurezza adeguata e rispetta le leggi regionali.

VIDEO | Come iniziare e utilizzare una motosega

Tieni presente che una motosega è uno strumento molto potente e potenzialmente l’utensile elettrico portatile più pericoloso esistente. Potrebbe cadere alberi giganti in pochi minuti e tagliare facilmente carne e ossa. Abbiamo progettato una guida passo passo sul modo migliore per far funzionare una motosega, e prevede varie fasi cosa fare prima di iniziare una motosega, come avviare la motosega e gestirla correttamente, ecc.

Esistono molti produttori di motoseghe sul mercato e ogni produttore produce centinaia di versioni distinte di motoseghe. Tuttavia, tutte le motoseghe hanno alcune caratteristiche comuni che discuteremo in modo approfondito più avanti in questo articolo. Conoscere queste caratteristiche comuni ti consentirà di prendere in mano qualsiasi motosega e avere immediatamente un’idea di come eseguirla a livello di base. Ma non considerare questa guida come una sostituzione per il tuo manuale utente. Ora, senza ulteriori indugi, torniamo alla vera guida al funzionamento della motosega.

Cos’è una motosega e come funziona?

Una motosega è composta da 3 componenti principali che il powerhead, la catena, insieme alla barra. Il powerhead può essere un motore a benzina a due tempi o un motore elettrico a velocità massima a seconda che si tratti di una motosega a gas o elettrica. La serie è composta da connessioni in acciaio interconnesse con denti di taglio montati sopra i collegamenti ipertestuali, che imitano una lama per sega convenzionale. E il pub è la struttura attorno alla quale è avvolta questa corda per sega, fornisce una struttura di supporto per far girare le frese.

Le motoseghe moderne sono disponibili in molte dimensioni e possono utilizzare vari tipi di catene per essere in grado di tagliare vari materiali come legno, hockey su ghiaccio, cemento, ecc. Parleremo di più del corpo della catena e della barra manuale in un parte successiva della guida, per ora concentriamoci su come una motosega converte il gas in lavoro.

Nel caso di una motosega a gas, il gas viene conservato in un minuscolo serbatoio del carburante situato vicino al motore monocilindrico a 2 tempi. La potenza del serbatoio del carburante di una motosega varia da 0,7 a 1,5 pinte di liquido e la dimensione della cilindrata è solitamente compresa tra 30 e 60 cc. Anche se potrebbe sembrare che un motore così piccolo non sia in grado di abbattere un gigantesco albero di legno duro alto 30,5 m, le motoseghe vengono abitualmente impiegate per raccogliere legname e legna da ardere, nonché per ripulire gigantesche macchie di alberi in caso di incendio boschivo. Vedi, non si tratta della vera quantità di potere in sé, ma di come lo applichi.

Un’auto sportiva V8 da 600 cavalli è dotata di un motore molto potente, ma non si vedono boscaioli che usano tra quelli per abbattere alberi. La vera chiave per le prestazioni di una motosega è l’assemblaggio di barra e catena che una serie di seghe trattiene da 30 a 60 coltelli e gira intorno alla barra a velocità di circa 113 km / h. A queste velocità, ogni smalto sulla serie di seghe colpirà il legno più di 20 volte al secondo, aiutandoti ad abbattere alberi giganti in pochi secondi. Le motoseghe a gas utilizzano motori monocilindrici a 2 tempi in modo da mantenere l’intero sistema compatto e leggero.

VIDEO | Le basi | Componenti per motoseghe

I motori a quattro tempi sono più efficienti e funzionano in modo più pulito, ma sono più complicati nel design e non generano la stessa potenza per libbra di peso del motore (in media, un motore a 2 tempi sviluppa una potenza per libbra di peso del motore!). La maggior parte dei motori per motoseghe a benzina di dimensioni da moderate a grandi creano tra 1,5 e 3 cavalli di potenza e sono collegati alla catena tramite un gruppo di trasmissione che consiste in una frizione + ruota dentata di trasmissione.

La frizione consente di mantenere il motore acceso quando la catena è al minimo e perché tirare costantemente la fune di avviamento ogni volta che si desidera prepararsi per il taglio può essere un lavoro estremamente noioso. Come può funzionare la frizione? Bene, tutte le motoseghe a benzina hanno una leva del controller attaccata alla maniglia di comando che ti consente di controllare la quantità di aria e miscela di carburante rilasciata nel motore. Ogni volta che il motore gira troppo lentamente, la frizione è in uno stato disinnestato e non ruoterà la ruota dentata di trasmissione che muove la catena della sega. Quando si preme l’acceleratore un po ‘più forte, il motore si alza di giri e questo innesta la frizione, che quindi corrisponde alla ruota dentata di trasmissione e la catena inizia a viaggiare attorno alla barra di guida.

VIDEO | Usa una motosega per sramare

La frizione impiegata in una motosega non è niente come quella usata sulla tua auto, questa è notevolmente più semplice nel design. Si chiama frizione centrifuga, si trova anche in ciclomotori, motoseghe, tosaerba, go-kart e persino in alcuni costosi yo-yo da competizione. Come suggerisce il nome, questo tipo di frizione utilizza la forza centrifuga per trasportare la potenza dall’albero di trasmissione del motore al pignone. Immagina di tenere in mano una corda con una roccia attaccata all’estremità. Mentre ruoti le braccia con un movimento verticale, la pietra procederà insieme alla corda. Se giri il braccio abbastanza velocemente, la roccia girerà in un cerchio perfetto e potresti sentirla tirare le tue braccia sperando di volare via dal centro del movimento.

Questo è esattamente lo stesso tipo di forza che induce una frizione centrifuga a partecipare. All’interno della frizione, ci sono molti bracci appesantiti che utilizzano cuscinetti di attrito collegati alle superfici esterne. Questi bracci sono tenuti insieme liberamente da molle in tensione, attaccate a un polo di trasmissione fondamentale che è direttamente collegato all’albero motore del motore. C’è un tamburo esterno, noto anche come tamburo della frizione, situato proprio in aggiunta a questo incontro. Dietro il tamburo della frizione, poi c’è un pignone di trasmissione i cui denti affondano nelle maglie della catena della sega, ogni volta che questo pignone gira, anche la catena procederà. Ma per ora non c’è nulla che funzioni, quindi la serie è davvero inattiva. Ma quando inizi a premere più forte l’acceleratore, l’asta di trasmissione interna gira più velocemente e le braccia appesantite iniziano a volare verso l’esterno, spingendo contro le molle che le tengono insieme.

Ad un certo punto, la forza centrifuga supererà la tensione della molla e tali bracci colpiranno il tamburo, facendolo ruotare alla stessa velocità del motore. E il gioco è fatto, è così che funziona una motosega almeno a livello fondamentale. Ci sono molti altri elementi che vanno a una motosega a gas come la candela, il magnete, il motorino di avviamento, il carburatore, il filtro dell’aria, ecc. Ma questa è una discussione per un giorno diverso. Abbiamo coperto le prestazioni di una motosega in modo più dettagliato su uno dei nostri supporti aggiuntivi per motosega a cui puoi dare un’occhiata se lo desideri.

Una motosega elettrica funziona come una a benzina, ma utilizza un motore elettrico e necessita di molta meno manutenzione. È anche più silenzioso e molto meno difficile da iniziare poiché non è necessario tirare alcun cavo o miscelare combustibili. Un motore elettrico è in grado di raggiungere la sua coppia massima quasi immediatamente all’avvio, e questo aspetto delle motoseghe elettriche ha i suoi vantaggi e svantaggi. Maggiori informazioni nella sezione sulla sicurezza della guida della motosega. Le motoseghe elettriche sono disponibili in 2 gusti senza fili e con cavo. Le motoseghe a batteria sono leggermente più costose e più pesanti delle loro controparti con cavo, ma ti offrono la libertà di mobilità che non puoi mai acquistare da una versione con cavo.

Applicazioni Per Motoseghe

Ora che hai capito esattamente cos’è una motosega e il modo in cui funziona, parliamo di alcune delle aree di applicazione di queste macchine portatili meravigliosamente semplici ma estremamente potenti. Come molti di voi già sanno, le motoseghe vengono utilizzate principalmente per il taglio del legname. Ok, è stato un gioco da ragazzi, giusto? Ma aspetta, ci sono molte varietà di taglio del legname, piuttosto che coinvolgere tutte la raccolta di legname / legna da ardere. A titolo di esempio, i vigili del fuoco utilizzano motoseghe di livello professionale per pulire enormi macchie di foresta in caso di incendio boschivo. Ciò impedisce al fuoco di diffondersi più in profondità nella giungla o in aree popolate come le città.

I vigili del fuoco usano anche motoseghe per abbattere alberi malati o vecchi, in modo che non cadano su una casa o sui passanti. Le motoseghe sono utilizzate dal personale di soccorso ed evacuazione per pulire un percorso in caso di calamità naturale. Le motoseghe appositamente progettate utilizzano catene dotate di frese in metallo duro che potrebbero tagliare materiali eccezionalmente duri come cemento, barre d’armatura in acciaio e lamiere. I lavoratori edili usano motoseghe per tagliare pietra, asfalto, ecc. Le motoseghe sono utilizzate da intagliatori di ghiaccio e artisti per modellare sculture ornamentali. Le motoseghe impiegate dagli artisti (sia di legno che di ghiaccio) sono estremamente piccole e sono progettate per creare tagli precisi.

Le motoseghe a palo sono utilizzate nei vigneti e nei frutteti poiché il loro design allungato consente di tagliare gradualmente rami e potare i rami degli alberi senza la necessità di una scala.I proprietari usano la motosega per potare alberi e spazzole nel loro cortile, o anche per raccogliere legna da ardere. Gli appassionati di fai da te usano le motoseghe per realizzare assi di legno, assi, pali, ecc. A causa dei loro vari progetti di miglioramento domestico / ricreativo. Le raccoglitrici di sequoie canadesi impugnano gigantesche seghe professionali da 13 cm per abbattere e scuotere alberi, mentre i subacquei commerciali utilizzano motoseghe pneumatiche in acciaio inossidabile per le operazioni di salvataggio.

Istanza di una sega a barra | Raggiungi e taglia i rami

Motosega A Gas Vs Elettrica

Il buon vecchio dibattito gas vs elettrico è in corso da molti decenni e sembra che non ci sia ancora un vincitore ovvio. Chi l’avrebbe mai detto, è quasi come se individui diversi avessero desideri speciali (duh?). Troverai fan del campo che affermano cose tra cui Oh, ma le motoseghe a gas sono più potenti, o almeno una motosega elettrica non sveglia metà dell’area, e così via. Ci sono pro e contro per entrambi i tipi di alimentazione, e daremo uno sguardo obiettivo sia alle motoseghe elettriche che a quelle a gas, al fine di fornirti una prospettiva migliore su quale potrebbe essere più accettabile per te (o forse potresti usarne uno di entrambi i tipi?).

Motoseghe elettriche:

Può essere alimentato da batteria o filo. Le versioni wireless costeranno di più e sono anche più spesse, ma sono quanto di più simile si possa ottenere a una motosega ideale in termini di silenziosità e semplicità di utilizzo. Ti offrono la mobilità delle motoseghe a gas, insieme alla bassa manutenzione e alla bassa rumorosità che ci aspettiamo dai modelli elettrici. Alcuni dei modelli cordless più potenti da 41 cm e 46 cm ti permetteranno di far cadere alberi di piccole e medie dimensioni e sono abbastanza buoni per tagliare la legna da ardere in mezzo a una foresta. Ma se la maggior parte del taglio che si esegue fosse per motivi domestici, si potrebbe prendere in considerazione una versione con cavo elettrico poiché sarà più economica per la stessa identica quantità di potenza di taglio e anche più leggera in modo da poterla tenere per periodi di tempo più lunghi (non significa necessariamente che sia più comodo da usare,perché c’è un cavo gigante che sporge dalla parte posteriore).

Le motoseghe elettriche possono essere utilizzate nel seminterrato o in garage senza svegliare l’intera famiglia, quindi gli appassionati di fai da te le adorano per quanto sono. Inoltre non producono fumo, quindi è sicuramente un motivo fantastico per usarli all’interno. Le motoseghe elettriche richiedono pochissima manutenzione, a parte il cambio occasionale dell’olio. Non ci sono candele da sostituire, nessun cavo di avviamento da tirare e nessuna combinazione di carburante + olio di cui preoccuparsi.

Professionisti

  • Bassa emissione sonora
  • più semplice da mantenere e pulire
  • Avvio con la semplice pressione di un pulsante
  • Ottimo per lavori fai da te e poca legna da ardere
  • Perfetto per l’uso in frutteti e luoghi pubblici come college, corsi di golf, ecc.

Contro

  • Non potente come i modelli a benzina
  • I modelli con cavo sono limitati in termini di mobilità
  • I modelli cordless non sono adatti per sessioni di lavoro lunghe e prolungate a causa della durata della batteria

Motoseghe a gas:

Sì, l’elettricità è una fonte di energia silenziosa e pulita che è abbastanza semplice da trasportare e immagazzinare. Tuttavia, le motoseghe elettriche possono rivelarsi abbastanza inutili in caso di interruzione di corrente (questo è solitamente il motivo per cui i vigili del fuoco, il personale di soccorso, ecc. Trasportano motoseghe a gas). Se la tua casa è lontana dalla città o all’interno di un’area soggetta a tempeste, una motosega a benzina potrebbe essere esattamente ciò che desideri. Puoi uscire nelle foreste per raccogliere quotidianamente legna e legna da ardere? Allora hai bisogno di qualcosa che faccia il lavoro velocemente e che non faccia affidamento sulla potenza. Le motoseghe a gas sono più efficaci per libbra, non ci sono dubbi. Sì, sono anche più difficili da mantenere e puzzano. Ma quando sei veramente intento a tagliare grossi tronchi di legname o ad abbattere più alberi in un solo giorno,non sostituire la motosega a gas è la migliore amica per i compiti pesanti.

Professionisti

  • La maggior parte della potenza per libbra di motosega che potresti ottenere
  • Ideale per cose pesanti come abbattimento, sramatura, controtendenza ecc.
  • In grado di essere utilizzato in scenari industriali in cui affidabilità, elettricità e prestazioni costanti sono più importanti dell’essere silenziosi e facili da usare
  • Con una corretta manutenzione, una motosega a benzina può funzionare facilmente come una elettrica e potrebbe anche durare di più
  • Questi non smettono di funzionare se le luci si spengono

Contro

  • Hai bisogno di più allenamento ed esercizio per far funzionare una motosega a benzina
  • Sono molto rumorosi ed emettono fumi
  • La manutenzione prevede lo smontaggio e la pulizia dei vari componenti interni come candela, carburatore, filtro aria, ecc.
  • Devi gestire la miscelazione di benzina e olio nel giusto rapporto e quindi conservare questa miscela di gas in modo appropriato

Leggi il nostro articolo approfondito sulle motoseghe elettriche e a gas.

Guida passo passo all’esecuzione di una motosega

Quindi, supponiamo che tu sia un Joe medio che non ha mai usato una motosega nella sua vita. Ma di recente, ti sei imbattuto in uno scenario che ti ha fatto credere che cosa succederebbe se avessi acquistato la mia motosega invece di assumere servizi di albero? . Potrebbe essere un arbusto nella tua schiena che sta crescendo pericolosamente vicino alla casa e desideri tagliare i rami finché uno di loro non esce dalla finestra della camera da letto. O forse, vuoi solo fare qualche lavoro di potatura leggera nel cortile sul retro. Ti sei appassionato al lavoro fai da te? Qualunque sia la ragione alla base del tuo bisogno di una motosega, è molto importante che tu comprenda tutte le procedure di sicurezza e le tecniche di funzionamento prima di estrarre quella motosega nuova di zecca dalla scatola e girarla.

Questa guida passo passo ti guiderà attraverso le diverse fasi del funzionamento della motosega, dopodiché approfondiremo la manutenzione della catena e della barra di guida. Tuttavia, è estremamente importante comprendere appieno lo scopo di questa guida. Non si suppone che sostituisca un corso di formazione adeguato sotto la guida di un istruttore certificato, né consigliamo di utilizzare il nostro manuale per sostituire il manuale del proprietario fornito con ogni motosega. È una carrellata di base di tutte le cose da tenere nella parte posteriore della testa prima di andare avanti e avviare una motosega.

Non è probabile che copriremo alcuni aspetti del funzionamento della motosega come il
modo in cui abbattere un albero,poiché un intero libro può essere realizzato solo su quell’argomento. Francamente, capire come abbattere gli alberi non è qualcosa che potrebbe essere insegnato tramite una guida, avrai bisogno di una formazione da parte di un istruttore certificato e di una vera esperienza per quel tipo di cose, quindi cosa pagheremo in questa guida? Bene, dopo aver letto questo potrai scegliere la tua motosega fuori dalla scatola, ispezionarla per assicurarti che tutto sia in buone condizioni, alimentarla, avviarla in modo sicuro e finire alcune manovre di taglio piuttosto fondamentali. Discuteremo anche cosa fare quando la motosega a gas non si avvia e ti forniremo una carrellata sul modo migliore per assicurarti che il tuo ambiente di lavoro sia completamente pulito e privo di potenziali pericoli fino a quando non tirerai la fune di avviamento.

VIDEO | Come abbattere un albero

Lavori di motosega comuni che dovresti conoscere:

Diverse versioni di motoseghe di diversi produttori cambieranno in termini di aspetto ei controller possono essere posizionati in vari punti, dalla motosega alla motosega. Ma ecco il problema solo perché acquisti la versione X da Husqvarna invece della versione Y da Stihl, non significa che arriverà senza un freno di serie inerziale o un blocco dell’acceleratore. Ci sono alcune caratteristiche comuni che incontrerai in ogni singola motosega a benzina che acquisti, esattamente come ogni singola auto là fuori ha caratteristiche come volante, freni, cambio, ecc. Ora che hai un’idea di cosa stiamo parlando circa, ecco le funzioni della motosega più comuni che vuoi sapere-

Freno catena inerziale Ecco la leva di colore scuro che può essere posizionata nella parte anteriore del gruppo motore, accanto all’impugnatura anteriore. È il meccanismo di sicurezza più importante su qualsiasi motosega ed è obbligatorio per legge che tutti i produttori promuovano motoseghe con freni a catena installati. Questo dispositivo dovrebbe proteggere l’utente se si verifica un episodio di contraccolpo . Il contraccolpo è quando la punta anteriore della barra tocca qualunque cosa tu stia tagliando, e anche la catena che gira rapidamente viene pizzicata o colpisce una cosa molto dura (come un chiodo conficcato nel legno).

Ciò fa sì che le motoseghe tornino indietro nel corpo dell’operatore con una forza enorme e tutto avviene in una frazione di secondo. Il freno di serie si attiva quando la sega oscilla verso di te, insieme alle tue mani che si trovano sull’impugnatura anteriore spingono la leva del freno in avanti. Questo dovrebbe interrompere immediatamente la serie e prevenire lesioni gravi. Un altro modo in cui il freno di serie può attivarsi è attraverso la forza di inerzia. Considerando che la leva del freno è un po ‘pesante dal design in modo che non si attivi accidentalmente mentre fai oscillare la sega, il tasso molto elevato di contraccolpo provocherà la potenza inerziale della leva del freno per attivare il meccanismo di frenata prima che la tua mano in avanti colpisca contro la leva.

Blocco dell’acceleratore Per garantire che la catena della motosega non inizi a girare accidentalmente quando si tiene la motosega, una leva secondaria o una paletta si trova all’esterno dell’impugnatura posteriore. Sia il blocco dell’acceleratore che l’acceleratore devono essere premuti contemporaneamente per avviare il motore.

Acceleratore Ecco il grilletto situato all’interno della maniglia del bagagliaio, ti consente di controllare la potenza di questa motosega. Nelle motoseghe a benzina l’acceleratore è sul carburatore e regola la quantità di miscela aria + carburante che fluisce nel cilindro. Nelle versioni elettriche, il controller invia un circuito regolatore elettronico che controlla la quantità di corrente elettrica che scorre attraverso le bobine del motore.

Impugnatura posteriore Questa è la maniglia situata nella parte posteriore del gruppo motore e funge da punto di rotazione da cui si dirige il movimento verso l’alto / verso il basso della barra della motosega durante il taglio. Ospita anche l’acceleratore e il blocco dell’acceleratore. C’è una piastra larga e dura sulla base dell’impugnatura posteriore che ha lo scopo di impedire a una catena rotta di volare direttamente nella tua mano. La maniglia posteriore è ovviamente occupata dalla mano, mentre la mano dietro è posta sull’impugnatura anteriore. Di conseguenza, se sei un individuo destrorso, avrai la mano destra sulla maniglia posteriore e la mano sinistra su quella anteriore.

Impugnatura anteriore realizzata per essere tenuta dalle altre mani, questa impugnatura si avvolge lungo tutto il percorso lungo i lati insieme alla testa della motosega. È realizzato in tubi di metallo, utilizzando un rivestimento in plastica sulla parte superiore.

Cattura catena Una piccola punta di metallo situata sul lato inferiore della motosega, proprio sotto il punto in cui la barra incontra la testa del motore. Se una connessione a catena si interrompe, o quando la corda deraglia, il collare fermerà la corda dal giro intorno ai palmi delle mani.

Tappo dell’olio Normalmente situato verso la parte anteriore del gruppo motore, posizionato vicino al gruppo pub e catena. Qui è dove si inserisce l’olio lubrificante sulla barra e sulla catena.

Il cambio di spegnimento consente di spegnere istantaneamente il motore / motore.

Caratteristiche | Motoseghe a gas

Starter Quando il motore è stato avviato a freddo, sarà necessario utilizzare lo starter. Le partenze a caldo non richiedono l’uso di uno starter. La leva dello starter controlla la quantità di aria che fluisce al carburatore.

Cambio di decompressione Appena trovato su specifici modelli di motoseghe a benzina, premendo questo pulsante si avvierà parte della compressione dalla camera di combustione durante il processo iniziale, quindi il motore girerà più facilmente una volta tirata la fune di avviamento. Quando il motore si avvia, la valvola si ripristina in uno stato chiuso. Alcuni modelli di fascia alta hanno sistemi di decompressione automatici che funzionano indipendentemente dall’input dell’utente.

Cavo di avviamento (avviamento a strappo) Un anello di cavo con una maniglia sulla finitura dell’operatore che aiuta nell’apertura del motore a 2 tempi di una motosega. Questo cavo è collegato a una puleggia caricata a molla che è collegata a un magnete. Questo magnete utilizza il movimento di rotazione della bobina per accendere la prima scintilla che accende il motore.

Tappo del gas Questo è il punto in cui si inserisce la miscela gas + olio.

– Prima di mettere in funzione la motosega

La prima cosa che devi fare prima di avviare una motosega è assicurarti di indossare tutti i DPI essenziali o dispositivi di protezione individuale. Per gli utenti di motoseghe, questo include un elmetto, protezioni per l’udito, occhiali di sicurezza, guanti di pelle, ghette per motosega e stivali pesanti (preferibilmente con punte in acciaio). L’elmetto proteggerà la tua testa dalla caduta delle divisioni se ti trovi nelle foreste, mentre la protezione dell’udito ti assicurerà di non diventare sordo dagli oltre 90 decibel di suono provenienti da una motosega a benzina.

Anche la protezione degli occhi è molto significativa, dal momento che la motosega sta per lanciare trucioli di legno in miniatura dal backend poiché taglia un tronco. Se uno qualsiasi di quei piccolissimi pezzi di legno dovesse volare nei tuoi occhi, provocherà danni. In ogni caso, l’ambiente può diventare piuttosto polveroso durante il taglio del legno e un buon paio di occhiali di sicurezza assicurerà che i tuoi occhi rimangano puliti durante la sessione di lavoro. Se stai tagliando il legno con una motosega, il pezzo di equipaggiamento protettivo più importante che potresti avere è il tuo motosega. Un paio di chaps proteggeranno le cosce e le ginocchia dall’essere tagliate se spingi inavvertitamente la sega contro il tuo corpo.

Se si controllano i dati, la maggior parte degli incidenti associati alla motosega si verifica in utenti che non indossano attrezzature di sicurezza adeguate come ghette o guanti. I chaps sono un must per principianti e professionisti, quindi è molto meglio spendere qualche centinaio di dollari per un fantastico paio di ragazzi che vivere il resto della tua vita. Infine, procurati un bel set di stivali funzionanti, preferibilmente con punte d’acciaio. Buoni stivali ti assicureranno di mantenere una posizione corretta in ogni momento e la trazione tra le dita dei piedi e il pavimento sarà migliore.

Ora che hai esaurito tutti i dispositivi di protezione, fai un rapido controllo dell’ambiente circostante. Assicurati che non ci siano persone o animali entro un raggio di 4,6 m dalla motosega e se stai tagliando un ceppo o un tronco, valuta l’elevazione / pendenza del terreno nelle vicinanze per essere certo che il tronco non cada e rotoli via dopo essere tagliato. Elimina tutti i detriti dal terreno prima di appoggiare la sega per avviarla. Consigliamo ai neofiti di rimettere a terra la guardia in modo che, una volta acquisita maggiore esperienza con la motosega, la si possa riavviare in posizione eretta.

Assicurarsi che la sega sia adeguatamente lubrificata e piena di carburante prima di avviarla. La maggior parte delle moderne motoseghe a gas include finestre di visione chiara che consentono di monitorare i livelli di carburante, nonché la quantità di olio di barre e catene. Quando hai terminato il test del gas, inizia a ispezionare la motosega e vedere se qualche componente è allentato o rotto.

Rivedi rapidamente la corda e la barra per assicurarti che nessuno dei collegamenti della catena sia rotto. Tirare la catena per assicurarsi che sia montata correttamente, deve estendersi verso l’esterno fino a 1 cm quando viene tirata dal centro della barra. Se è troppo stretto, la catena danneggerà il pub. Troppo lento, scivolerà durante il taglio, o forse deraglierà e danneggerà l’operatore. Abbiamo maggiori dettagli sul modo migliore per mantenere la barra e la catena in futuro, quindi non preoccuparti quando hai una corda allentata o una barra, informati su come puoi ripararla. Per il momento, questa è una semplice carrellata di tutti i controlli di sicurezza che vuoi completare prima di iniziare la motosega.

– Il modo migliore per iniziare una motosega

Questa misura deve essere ottenuta solo dopo aver indossato tutte le attrezzature di sicurezza appropriate e aver analizzato la motosega per carburante e olio, nonché la tensione della catena e l’etica. Ora scegli la motosega e posizionala su una superficie pulita e piana relativamente priva di detriti. Infila il piede nella maniglia posteriore e posiziona il dito del piede destro nel punto in cui si trova la leva dell’acceleratore, tenendo contemporaneamente la manopola anteriore con la mano sinistra. Attivare manualmente il freno della catena spingendo la leva in avanti.

Se la motosega ha un cambio di decompressione, puoi andare avanti e premere su di esso. Alcune motoseghe avranno anche un bulbo di adescamento che dovrai premere alcune volte per innescare il motore con un po ‘di carburante prima di avviarlo. Se questo è davvero un inizio freddo, tirare la leva dello starter nella posizione più lontana in modo che sia accesa (chiusa). Ora, tira il cavo di avviamento per ottenere un paio di volte per creare la soda del motore. Non è ancora partito, quindi disinnestare lo starter (riportarlo a metà acceleratore) e tirare di nuovo il cavo fino a quando il motore non si avvia.

Ora seleziona la sega e premi l’acceleratore una volta in modo che il regime del motore scenda al minimo. Se il motore è già caldo, non è necessario utilizzare lo starter. Segui semplicemente i passaggi rimanenti esattamente nello stesso identico ordine. Se la motosega non si avvia nonostante sia calda, accendere lo starter e riportarlo immediatamente in posizione OFF. Ora tirare il cavo e vedere se la motosega si avvia. Non disinnestare mai il freno della catena finché non si è effettivamente pronti a generare un taglio.

Cose Da Fare Nel Caso In Cui La Tua Motosega Non Inizi?

Quindi, hai provato a tirare lo starter, a rimetterlo dentro, hai pompato il bulbo di innesco più volte e hai tirato la corda di avviamento negli ultimi dieci minuti, ma la tua motosega ostinata non vuole iniziare. Cosa dovresti fare? Hai bisogno di portarlo in un’officina o di telefonare al tecnico? Bene, fortunatamente ci sono una serie di piccoli trucchi e suggerimenti che abbiamo per il proprietario di casa medio che non è uno specialista di piccoli motori e vuole solo far funzionare la motosega senza dover andare in un centro di riparazione. Tuttavia, se nessuno di questi passaggi funziona, potrebbe essere necessario richiedere l’aiuto di uno specialista.

Hai controllato il plugin Spark?

A volte, la candela si sporca molto e non accende correttamente la miscela gas + aria all’interno della camera di combustione. Il metodo per rimuovere una candela varia da modello a modello, ma di solito quello che devi fare è rimuovere il coperchio superiore per entrare nella candela. Alcuni modelli di motoseghe avranno un cavo della candela esposto che puoi estrarre e la candela sarà probabilmente visibile a te. Avrai bisogno di una chiave per candele per rimuovere la candela, ispezionare l’estremità lavorata di questa candela per eccesso di fuliggine e accumulo di carbonio. Usa una spazzola di metallo per lavare via tutta la sporcizia e la ruggine, quindi ricollega la candela e collega con il cavo della candela. Se la motosega non si avvia, potrebbe essere necessario fare un salto al negozio di ferramenta locale e acquistare una nuova candela.

Prova una nuova miscela di carburante + olio:

A volte le persone lasciano la motosega inattiva in un certo angolo di un fienile o di un garage per più mesi e, se la tirano fuori per obbligo, il motore si rifiuta di avviarsi. Ciò potrebbe derivare da una vecchia miscela di gas che è rimasta inattiva nel serbatoio del carburante per 2 mesi. La benzina subisce un guasto chimico se lasciata inutilizzata per un periodo di tempo prolungato, il che spiega perché consigliamo di conservare le combinazioni di carburante a 2 tempi solo in contenitori di benzina approvati. Scolare il carburante vecchio e aggiungere un po ‘di miscela fresca per far funzionare nuovamente la motosega.

La tua bobina di accensione va bene?

La bobina di accensione è l’elemento che fornisce tensione alle candele, se questo elemento non funziona correttamente, la motosega non si avvia mai nonostante abbia una candela perfettamente buona. Un tester per bobine di accensione può essere ottenuto per 10 o 20 dollari, questo ti permetterà di scoprire se il problema è la bobina o la candela. Se il motore si arresta o si accende in modo irregolare durante il funzionamento, potrebbe essere un segno di una bobina di accensione difettosa.

Il filtro dell’aria è pulito?

Il filtro dell’aria è l’elemento che impedisce a tutta la polvere e i detriti che galleggiano nell’atmosfera di penetrare nel motore della motosega. Tuttavia, esattamente come con qualsiasi altro filtro, questo si intaserà nel tempo, soprattutto se si utilizza la motosega frequentemente e in un ambiente industriale / commerciale.Un filtro dell’aria ostruito impedirà all’adeguata quantità di aria di entrare nella combustione camera, che provocherà lo spegnimento del motore. L’uso di una motosega con un filtro dell’aria sporco provocherà diversi residui di carburante incombusto e depositi di carbonio all’interno del motore. In base al tipo di filtro dell’aria utilizzato sulla motosega, puoi spazzolare via lo sporco oppure lavarlo con acqua e sapone. Fare riferimento al manuale utente di una motosega per maggiori dettagli su come lavare al meglio il filtro dell’aria.

Il tuo carburatore è bloccato?

Un carburatore difettoso assicura che il gas e l’aria non si mescolino nel rapporto appropriato. La pulizia è di solito un compito che consigliamo di lasciare ai professionisti. Nel caso in cui non si riesca a pulire il carburatore, potrebbe essere necessario sostituirlo completamente.

Il motorino di avviamento a strappo funziona correttamente?

A volte la molla di riavvolgimento del sistema di avviamento a strappo potrebbe usurarsi, mentre in altri casi potrebbe essere necessario sostituire il cavo di trazione. Se osservi che il tiro sembra molto più pesante di prima, o se la motosega non si avvia dopo diversi tiri, potrebbe valere la pena eseguire il sistema di avviamento a strappo e ispezionarlo.

– Forse il parascintille è eccessivamente ingombra:

Il parascintille si trova all’estremità dello scarico e cattura tutti i residui semi-bruciati e le scintille che fuoriescono dal sistema di scarico, la griglia del parascintille potrebbe ostruirsi con il tempo e impedire ai gas combusti di uscire dal motore. Rimuovere il parascintille e lavarlo con una spazzola metallica. Quando è troppo disordinato, potresti doverlo sostituire con uno nuovo di zecca.

– Un motore di ricerca potrebbe essere il colpevole:

Questo è un problema abbastanza comune, ma non molte persone sanno effettivamente che è presente. Un motore ingolfato è l’opposto di un motore, accade quando troppo carburante arriva alla camera di combustione, impedendo al motore di andare in bicicletta normalmente. Una motosega può essere allagata a causa di numerosi motivi, tuttavia i sintomi sono gli stessi, si può sentire l’odore di carburante fresco che esce dallo scarico, a volte è anche possibile vedere il carburante che gocciola dal carburatore.

Se sospetti che il motore sia molto carico, rimuovi la candela e dai un’occhiata alla punta della scintilla. Se è effettivamente bagnato, potrebbe essere necessario lasciare asciugare il motore all’aperto con tutte le candele rimosse. Se l’allagamento è leggero, apri lo starter (che è la posizione off) e mantieni l’acceleratore completamente cupo mentre tiri ripetutamente la fune di avviamento. Questo introdurrà aria nel cilindro e brucerà il carburante in eccesso. Tra i motivi principali per cui una motosega nuova verrebbe bombardata è la gente che usa eccessivamente il bulbo di innesco premendolo una volta di troppo.

Alcune persone mantengono lo starter troppo a lungo durante la procedura di avviamento a freddo, si suppone che lo si manterrà solo per un paio di tiri del cavo, fino a quando il motore non sbatte. Quindi dovresti spegnere lo starter e tirare il cavo per avviare il motore.

Tutto quello che vuoi sapere sulle catene per motoseghe

Questo è il componente della motosega responsabile di tutto il taglio e, sebbene all’inizio possa sembrare semplicistico, potremmo scrivere un intero articolo su come funzionano le catene della motosega e sui diversi tipi di catene per seghe disponibili. Ma poiché questa guida dovrebbe fornire solo una breve panoramica su questi argomenti, cerchiamo di mantenerla breve. Una serie guardata è analoga a una catena di bicicletta, sebbene ci siano varie differenze tra le due dal punto di vista dello stile. Simile a una catena per bicicletta, una catena per motosega è composta da numerose maglie o sezioni che sono tenute insieme da rivetti.

Ci sono 3 diversi tipi di collegamenti situati su una sega a catena , collegamenti ipertestuali e cinghie di fissaggio. Ogni serie guardata ha questi 3 componenti e le differenze tra più tipi di catene per seghe sono dovute a come sono organizzate le maglie e al modo in cui sono formate le lame. Le maglie di trasmissione sono lì per scavare nella ruota dentata di guida e spostare la corda in avanti, mentre i collegamenti ipertestuali di taglio o le frese sono dotati di un tagliente oltre allo spessimetro per limitare la quantità di legno che viene scheggiato ad ogni passaggio del dente .

Catena a complemento totale: questo è davvero il tipo più comune di catena per sega che noterai sulla maggior parte dei modelli di consumo e il tipo di catena per sega che probabilmente utilizzerai. Ecco come apparirà la corda: testa della taglierina destra, connessione di trasmissione, cinghia di collegamento, collegamento di trasmissione, testa di taglio sinistra, connessione di guida, cinghia di fissaggio, collegamento di spinta e ripetizione.

Catena di salto totale: di solito si trova su seghe standard professionali con barre più grandi (61 cm e oltre) che vengono utilizzate per ridurre pezzi di legno giganti, il minor numero di frese fornisce meno resistenza al motore durante il taglio e aiuta anche a rimuovere i trucioli. Questo è il modo in cui sono organizzati i collegamenti Testa della taglierina sinistra, collegamento di trasmissione, cinghia di collegamento, collegamento di trasmissione, cinghia di collegamento, collegamento a spinta, testa di taglio destra, collegamento a spinta, cinghia di collegamento, collegamento a pressione, cinghia di collegamento, collegamento di trasmissione, testa di taglio incrinata, ecc. .

Catena semi-salta: è progettata per combinare i vantaggi sia di una partita completa che di una catena di salto completa in una sola. La 1a e la 2a taglierina avranno 3 collegamenti di trasmissione e 2 cinghie di fissaggio tra di loro, mentre la 2a e la 3a taglierina avranno probabilmente 1 cinghia di collegamento e 2 maglie di guida tra loro. Quindi, dovrebbe essere qualcosa come questa taglierina ideale, collegamento di trasmissione, cinghia di collegamento, collegamento di guida, cinghia di collegamento, collegamento a spinta, taglierina sinistra, collegamento di guida, cinghia di collegamento, collegamento a spinta, taglierina destra.

Più frese hai su una catena, maggiore è la resistenza che si crea poiché la catena scava nel legno. Ecco perché le seghe più grandi utilizzate per ridurre i tronchi giganti di legname sono dotate di catene semi-skip o full jump, in modo che più cose possano essere rimosse in meno tempo. Durante il taglio di materiale più spesso, più detriti vengono estratti dal taglio, quindi è necessario spazio aggiuntivo tra le frese per accogliere tutta la scheggiatura del legno e portarla fuori.

Scegliere La Catena Giusta Per La Sega:

Ecco i 3 termini che vuoi conoscere per poter scoprire una corda per la tua motosega

Passo La distanza normale tra due rivetti sulla catena. È possibile misurarla prendendo la distanza tra 3 rivetti consecutivi sulla catena e dividendo il numero per 2. Le 4 lunghezze del passo normale sono (0,25), 1 cm, 3 / 20 cm (0,375) e 1 cm) Un passo maggiore indica una sega più grande. Assicurarsi che il passo della catena corrisponda a quello della ruota dentata conduttrice.

Misura Identifica la profondità dei collegamenti carrabili su una serie controllata e deve corrispondere alla larghezza interna dei binari sulla barra di guida affinché la catena scorra senza intoppi. Nel caso in cui l’indicatore della serie sia più piccolo dell’indicatore di questa barra, potrebbe scivolare o deragliare. Nel caso in cui il calibro di questa catena sia più grande del calibro della barra, la serie potrebbe non corrispondere e, in caso contrario, l’attrito estremo tra i collegamenti di trasmissione e le rotaie del pub potrebbe causare lo stallo del motore e danneggiare il pub oltre a catena piuttosto pesante. I calibri standard per le catene della motosega sono 0,050 (1,3 mm), 0,0520 cm (1,5 mm) e 0,063 (1,6 mm).

Lunghezza di questa serie La catena deve essere della lunghezza corretta in modo da funzionare correttamente, e di solito si basa sulla lunghezza della barra, le dimensioni del pignone e la configurazione totale della sega. Ogni due rivetti consecutivi equivale a una connessione, oppure puoi semplicemente contare il numero di maglie di trasmissione che una catena sorvegliata ha per calcolare la lunghezza di questa catena.

Di solito, non è necessario alcuno strumento di misurazione per scoprire questi numeri, perché ogni catena di sega avrà il passo, il calibro e la lunghezza stampati o stampati direttamente sulla faccia della taglierina o delle maglie di spinta. Tuttavia, poiché tagli il legno con la catena, questi segni tendono a diventare sfocati o addirittura svanire e quando la corda è effettivamente più vecchia potresti dover misurare manualmente le cifre per te stesso nel caso in cui desideri acquistare una corda sostitutiva. valutare e le quantità di lunghezza saranno stampigliate anche sul lato della barra guida, il che significa che puoi accedere rapidamente e facilmente alle informazioni ogni volta che hai bisogno di una catena / pub sostitutiva.

Affilatura Della Catena

Una corda spenta è pericolosa per la motosega e per il suo stesso operatore. Finirai per spingere più forte verso il basso sulla sega, poiché taglierà più lentamente del normale e genererà una grande quantità di scintille e fumo durante il taglio del legno. Una catena opaca può essere facilmente rilevata esaminando i trucioli di legno che getta. Le catene affilate genereranno una bella segatura, mentre le catene opache metteranno fuori trucioli di legno grossolani anziché polvere. Potresti anche esaminare la corda da una prospettiva dall’alto verso il basso per vedere se gli angoli di lavoro di ogni dente sono inclinati correttamente e quando la punta di questi denti è affilata. Quindi, puoi dare un’occhiata alla catena della sega sul lato per sapere se gli spessimetri si trovano più in basso delle teste di taglio, poiché ogni volta che limi i denti, dovrai anche rimuovere gli spessimetri solo un po.

Esistono molti tipi di utensili per affilare le catene di seghe sul mercato, alcuni sono manuali e gli altri sono ancora automatici. Alcuni modelli di motoseghe incoraggiano dispositivi di affilatura in stile mola che puoi bloccare all’estremità del tuo pub e mandare su di giri il motore per un paio di secondi per ottenere una catena perfettamente affilata. Quindi hai un dispositivo di affilatura portatile con lime cilindriche che vengono ruotate da un motore elettrico all’interno del dispositivo. Il modo più comune e fondamentale per affilare una catena è la limatura a mano che utilizza un kit di affilatura composto da una lima tonda, una lima piatta e una guida per documenti. Devi scegliere il file giusto per la tua catena specifica, ecco una tabella per aiutarti-

Passo x Gauge Dimensioni lima
3/20 cm x 0,050 – 5/81 cm (4 mm)
X 0,050 – 5/81 cm (lima da 4 mm)
3/20 cm x 0,043 – 11/163 cm (4,5 mm)
Tutti gli sgabelli da 1 cm – 3/41 cm (4,8 mm)
3/20 cm x 0,0520 cm – 7/81 cm (5,5 mm)
3/20 cm x 0,063 – 7/81 cm (5.

5 mm)
1 cm x 0,063 – 7/81 cm (5,5 mm)

Come Sostituire Una Catena Della Sega Usurata

A volte la catena della motosega è davvero usurata o rovinata e l’affilatura non porta più a termine il lavoro, devi semplicemente sostituirla. Un altro scenario in cui devi sostituire l’intera catena è quando l’hai già affilata per un paio di volte, e anche la faccia della taglierina si trova proprio sopra la linea di marcatura manuale del documento che è presente su ogni dente di un catena moderna della motosega. Ogni volta che affili questa taglierina, l’angolo di lavoro si avvicinerà probabilmente sempre più alla linea manuale segnata sulla piastra superiore, e ad un certo punto il dente di taglio diventa così corto che devi sostituire la corda.

Il primo passo da considerare per la sostituzione di una catena consiste nell’ispezionare l’ID barra. Guarda il pub per gli importi che ti parleranno del tono, della valutazione e inducono il conteggio dei link (intervallo) di questa serie. Potresti anche provare a riconoscere il tipo di corda dai segni sulla serie stessa, ma questo sarà un po ‘più difficile perché di solito i segni si consumano quando la catena è stata utilizzata per molto tempo. Le catene di solito contengono ID catena che potrebbero o meno fornire i numeri precisi di passo, valutazione e lunghezza, ma è possibile cercare questi ID stringa sul sito del produttore per acquistare una sostituzione o conoscere le dimensioni effettive della catena. Ecco una tabella di ID catena a cui puoi fare riferimento in caso di dubbio.

– La Barra Della motosega

Uno degli elementi più importanti di qualsiasi motosega, una barra manuale ben tenuta è essenziale per tagliare in modo fluido ed efficiente. Ci sono un sacco di cose che possono fallire all’interno di una barra manuale anche credendo che sia fondamentalmente una struttura cava realizzata schiacciando insieme due fogli di metallo. In questa sezione ti guideremo attraverso la procedura per mantenere la barra della motosega e cosa fare se la barra è danneggiata e deve essere sostituita.

Il modo per quantificare l’intervallo di barre?

Supponiamo che la tua serie guardata che ti sta servendo bene da molti mesi sia finalmente terminata e che tu debba sostituirla con una nuova. Vai dal rivenditore locale per una nuova serie di seghe e ti chiede per quanto tempo il pub è sulla tua motosega. Dici 41 cm. Quindi, ti dà una serie in base al campo e valuta i numeri che gli hai fornito, poi torni a casa, togli il pannello laterale e inserisci la nuova catena. Quindi provi a stringerlo, ma per quanto ci provi, la corda si blocca semplicemente. Beh, forse hai misurato l’intera lunghezza di questa barra rimuovendola dalla sega. Invece quello che devi fare è misurare la lunghezza della barra mentre era ancora attaccata alla motosega dalla parte anteriore del powerhead alla punta del naso. Ciò ti fornisce la lunghezza della barra pratica o corretta.

Che tipo di barra usa la tua motosega?

Alcuni pub sono fatti per catene a basso profilo, alcuni pub sono dotati di punte anti-contraccolpo e alcuni pub hanno pignoni anteriori mentre altri pub mancano di un pignone anteriore. Tutte le barre hanno il passo, lo spessore e la campata impressi sul lato, in modo da poter accedere rapidamente e facilmente a questi numeri ogni volta che è necessario sostituire la barra o la catena. Ogni barra ha anche un ID barra che potrebbe leggere qualcosa come questo 50 3/8 91. Ciò che implica è che l’indicatore del pub (larghezza interna delle ringhiere della barra) è 0,050, il passo del pignone è 3/20 cm e la quantità di maglie di trasmissione supportate da questa barra è 91. Alcune barre hanno anche un foro di ricezione del petrolio sulla parte anteriore che consente di ingrassare la punta della barra. I bar Windsor possiedono questa caratteristica,e puoi lubrificare le punte del pub con un ingrassatore massaggiando un po ‘di sporco in tutto il foro situato vicino alla punta.

– Tenere Il Bar

Per cominciare, è necessario eliminare la barra e la catena che si raccolgono dalla motosega. Separare la catena dalla barra e tenerla da parte. Ora, prendi la barra e mirala verso il basso nella parte superiore posteriore per assicurarti che i binari siano lisci e piatti, assicurati che i bordi non siano deformati o piegati verso l’esterno. Prendi un comò con binario a 90 bar e fallo scorrere lungo la superficie della barra per appianare eventuali sbavature o separazioni tra le ringhiere. Ora prendi una lima piatta e fallo scorrere lungo i lati del pub (non usare la lima piatta sulla parte superiore in cui si trova la catena). Dopodiché, prendi un biglietto da visita e poi piegalo a metà, fallo scorrere attraverso le ringhiere per eliminare tutta la polvere e la sabbia accumulata all’interno dei binari della barra.

Puoi anche usare uno strumento di metallo per questo uso. Infine, pulire i fori di alimentazione dell’oliatore che fanno circolare l’olio nella motosega nella barra e nella corda. Ricorda sempre di capovolgere la barra finché non la riattacchi se affili la corda. Questo per garantire la stessa quantità di usura su entrambi i lati della barra.

NON usare olio motore nella barra della motosega

Utilizzare sempre olio per barre e catene per funzioni speciali per lubrificare il gruppo barra e catena. La causa di ciò è il fatto che l’olio per barre e catene è progettato particolarmente per l’uso nelle motoseghe, include anche un mediatore di virata che lo aiuta ad aderire alla barra quando la catena lo trasporta a velocità molto elevate. , 80 85 percento dell’olio volerà semplicemente via dalla parte superiore della barra e non arriverà mai al ricircolo. In ogni caso, il bar oil include un composto antiaderente ambientale che impedisce allo sporco e alla polvere di aderire facilmente al meccanismo dell’oliatore. Ciò riduce l’attrito e il carico aggiuntivo sul motore in modo che il carburante bruciato venga trasferito nel taglio del legno. Infine, l’olio della barra ha un punto di infiammabilità molto grande, quindi non brucerà facilmente.

Sicurezza Della Motosega

Abbiamo già discusso di una serie di controlli di sicurezza che è necessario completare prima di avviare la motosega. Non dimenticare di indossare sempre i DPI e applica il buon senso. Il tuo cervello è il miglior equipaggiamento di sicurezza sulla terra, quindi usalo. Dal momento che abbiamo già trattato un sacco di cose relative alla sicurezza nel modo migliore per far funzionare il tuo reparto motoseghe, manterremo questo breve e semplice-

  • Non tentare mai di tagliare con la punta della barra.
  • Se possibile, azionare sempre la motosega al di sotto del livello della vita.
  • Se stai eseguendo un taglio basso, non piegarti con la schiena, usa invece le ginocchia per ridurre e mantenere la schiena dritta.
  • Non hai tagliato insieme con la motosega posizionata al centro del corpo, prova a tenerla su entrambi i lati in modo che se si contrasta, non volerà dritto in faccia.
  • Se sei un principiante, non iniziare con una motosega forte e usa sempre una protezione contro i contraccolpi sulla punta del tuo pub.
  • Usare una motosega è come guidare un veicolo, non solo vorresti monitorare esattamente cosa sta facendo la motosega, ma devi anche essere consapevole dell’ambiente in cui stai lavorando.
  • Non tentare mai di modificare o eliminare il freno della catena, anche se sei un operatore esperto.
  • Mantenere costantemente la catena affilata, non pensare che una catena opaca causerà meno danni al corpo umano. Semmai, lavorare una motosega con una catena noiosa è più dannoso.
  • Prima di avviare la motosega, controllare le varie funzioni di sicurezza come il freno della catena, il fermo della catena e l’interruttore di arresto.
  • Se ti stai dirigendo verso le foreste, porta sempre con te un telefono e fischietta ad alta voce, cerca di indossare abiti dai colori vivaci in modo da poter essere facilmente notato da lontano.

Come Sostenere Una Motosega A Gas

Poiché abbiamo già parlato del modo in cui dovresti mantenere la catena e la barra, questo segmento sarà per lo più sul powerhead. Di tanto in tanto la motosega potrebbe non avviarsi o potrebbe bloccarsi durante il lavoro.Assicurati di ispezionare la candela e sostituirla nel caso in cui rilevi una quantità eccessiva di accumulo di carbonio sulla punta della scintilla. Controllare sempre due volte il freno della catena prima di azionare la sega. Se il motore crea molta fuliggine e brucia carburante più rapidamente, potrebbe essere un problema con tutto il carburatore che non fornisce la quantità ideale di aria e carburante al motore.

Hai conservato la motosega per molti mesi senza seguire i giusti consigli per la conservazione? Bene, se l’umidità si accumula all’interno del blocco motore freddo, causando la formazione di ruggine sulla testa del pistone. Quando si avvia il motore, questa ruggine può far segnare il pistone e la motosega inizierà a funzionare male poiché un pistone segnato non può comprimersi correttamente. Un pistone rigato è anche uno dei motivi principali alla base di un motore ingolfato che potrebbe impedire l’avvio della motosega.

Il motore si spegne dopo l’inizio? Controlla il parascintille, forse sta ostruendo lo scarico. Un altro motivo per un motore in stallo potrebbe essere un filtro dell’aria sporco. Leggere il manuale del proprietario per le istruzioni su come pulire il filtro dell’aria, poiché ci sono diversi tipi di filtri dell’aria là fuori, ed è necessario aderire al giusto processo di pulizia in modo da garantire la sicurezza e il corretto funzionamento del filtro dell’aria. Coprire sempre il collo del carburatore usando un po ‘di nastro adesivo una volta scollegato il filtro dell’aria per la pulizia.

Anche le motoseghe elettriche necessitano di manutenzione

Non tanto quanto una motosega a benzina, tuttavia, dovrai comunque seguire alcuni processi di base in modo da mantenere la tua motosega elettrica. Sia per i modelli con cavo che per quelli senza fili, dovrai affilare periodicamente la catena e riempire l’olio della barra durante il lavoro. Sui modelli cordless, assicurati che la batteria sia completamente carica prima di metterti in funzione e fai attenzione a non surriscaldare la batteria o ridurrà la durata del dispositivo. Sui modelli con cavo, è necessario controllare quotidianamente il cavo di alimentazione per assicurarsi che non vi siano aperture nell’isolamento. Effettuare sempre un controllo di sicurezza sul freno della catena prima di iniziare a tagliare con qualsiasi motosega, sia a gas che elettrica.

Il modo corretto per riporre la motosega

Se si prevede di utilizzare la motosega per un periodo di tempo prolungato (3 settimane o più), è necessario attenersi alla corretta procedura di stoccaggio della motosega per garantire la longevità di questa macchina e il funzionamento adeguato non appena si decide di utilizzare la motosega dopo averla mantenuta inattiva per un bel po. Per cominciare, vuoi spendere la motosega fuori, posizionala su una superficie piana pulita. Possedere un contenitore del gas nelle vicinanze, poiché in questo contenitore conserverai tutto il carburante che svuoti dal serbatoio del carburante della motosega.

Il contenitore deve essere idoneo per la conservazione del carburante, non puoi semplicemente prendere una vecchia brocca del latte in giro per casa e iniziare a versare carburante per motoseghe direttamente al suo interno. Ora lava completamente il tappo del carburante oltre all’area circostante il tappo del gas, quindi svuota il contenuto del serbatoio del gas nel contenitore di stoccaggio.Se usi carburante per motori a 2 tempi premiscelato, non devi svuotare la motosega perché quei tipi di i combustibili sono destinati a durare fino a 2 anni senza rompersi.

Se mescoli manualmente il carburante della motosega mescolando olio motore con benzina che hai ricevuto dalla stazione di servizio locale, devi eliminare quel gas nel serbatoio e quindi aggiungere un prodotto chimico di conservazione del gas se desideri utilizzare questo gas a lungo termine . I combustibili premiscelati sono ad alto numero di ottano e senza etanolo, inoltre hanno agenti conservanti aggiunti per evitare che i composti chimici all’interno del combustibile si rompano nel tempo. Se la tua motosega ha una pompetta di adescamento, spingerla ripetutamente mentre scarichi il serbatoio del carburante per assicurarti che l’olio non sia bloccato all’interno del carburatore della motosega o nei tubi del gas derivanti dal serbatoio al carburatore. Quindi, mettere la motosega attaccare il tappo del gas.

Eseguire un regolare avviamento a freddo e continuare a tirare la fune di avviamento fino a quando non si è assolutamente sicuri che tutto il carburante residuo nel carburatore e nei tubi della benzina sia stato consumato. Dopo che il motore non si accende, di solito significa che il carburatore e le linee del carburante sono evidenti. Ora, rimuovere la candela staccando il coperchio superiore ed esaminarlo per eventuali problemi. Pulire la candela se necessario. Prendi una bomboletta di olio antiappannante (la maggior parte è disponibile sotto forma di aerosol) e spruzza l’interno del motore attraverso il foro della candela aperto.

Tirare la fune di avviamento per far girare il pistone e questo assicurerà che l’olio di nebbia si distribuisca uniformemente attraverso il pistone e il cilindro. Ora rimontare la candela e il coperchio superiore. Se non pulisci il filtro dell’aria da un po ‘, rimuovilo e lavalo. Fare riferimento al manuale del proprietario della motosega per la pulizia del filtro dell’aria poiché non tutti i filtri dell’aria vengono puliti allo stesso modo.

Dato che abbiamo finito con il powerhead, è ora il momento di preparare il gruppo barra e catena per lo stoccaggio. Lava il tappo dell’olio del pub e pulisci tutti i detriti che potrebbero esserci intorno. Molti produttori di motoseghe consigliano di riempire la motosega con olio per barre prima di riporla, poiché non sono necessarie parti ricoperte di olio da pub per asciugare. Tuttavia, potresti voler scaricare completamente tutto l’olio della barra se la tua particolare versione della motosega tende a perdere olio quando la mantieni inattiva per lunghi periodi di tempo.

Controlla il manuale per maggiori dettagli relativi alla tua particolare versione della motosega e se dovresti o non dovresti scaricare l’olio da pub. Ora è il momento di rimuovere la barra e la catena e lavarli completamente, pulire le ringhiere del pub e idratare i fori dell’oliatore. Dopo aver pulito la barra e la catena, lasciarle asciugare in un luogo ben ventilato. Quindi, rivestirli con olio anticorrosione. La tua motosega è finalmente pronta per essere riposta. Se hai una custodia per il trasporto della tua motosega, puoi riporre la barra e la catena individualmente. Nel caso in cui non si disponga di una custodia per il trasporto, riattaccare la barra e la catena e conservare la motosega in un luogo sicuro insieme a tutta la guaina / fodero attaccata.